GR Tappezzeria – Centro Notte, realtà emiliana nata a Ferrara, è attiva da oltre 27 anni. L’azienda, che oggi si trova a San Carlo (Ferrara), propone soluzioni di arredamento per le camere da letto, di grandi e di bambini, salotti e aree relax.

I nostri prodotti

Blog

HomeKitchensUna buona dieta per un sonno ristoratore

Una buona dieta per un sonno ristoratore

Cosa mangiare è la base da cui partire per dormire sonni tranquilli e riposanti (Ti potrebbe interessare Come addormentarsi in due minuti https://www.centro-notte.it/addormentarsi-due-minuti/).
Adottare una dieta contro l’insonnia significa fare attenzione ad alcuni alimenti che possono contrastare la qualità del sonno in favore di altri che lo inducono più facilmente.
In generale, lo stile di una dieta sana equilibrata prevede di evitare pasti troppo pesanti, soprattutto di sera.
Se mangiamo troppo si rischia l’insorgere di fastidi legati alla lenta digestione, come secchezza della bocca, alito cattivo e stanchezza.

Secondo una ricerca pubblicata sul “Journal of Clinical Sleep Medicine” è il pesce il principale ingrediente che provoca un sonno di buona qualità. Omega 3 e vitamina D inducono sia sonnolenza sia il corretto funzionamento di apparato cardiaco e neurologico. È dimostrato che chi consuma Omega 3 dorme meglio, più a lungo senza risvegli notturni.

Dall’Università giapponese Kanazawa Medical, gli studi convertono sul consumo di carboidrati poiché aiutano il corpo a rilassarsi e non si incorre in crampi notturni per la fame.
Da evitare pane o pasta in favore del riso: il suo alto indice glicemico aumenta il triptofano nell’organismo che induce il corpo a produrre serotonina, il noto “ormone del sonno”.

Tra i rimedi casalinghi c’è l’utilizzo del latte che ha un riscontro sul corpo simile a quello della morfina, riducendo tensioni e rilassando muscoli e nervi e non ultimo, combatte l’acidità di stomaco.

Le banane sono un frutto molto proficuo: prevengono l’ictus e aiutano la muscolatura a rilassarsi velocemente per l’azione di magnesio e potassio in esso contenuti.

Dallo studio sulla qualità del sonno della Pennsylvania University, chi beve almeno 2 litri di acqua al giorno mantiene un ottimo stato di idratazione del corpo e avrà più facilità nell’addormentarsi.

Un’altra alleata del sonno è la verdura: il Dott. Grandner ha stilato un elenco di tutte le verdure che aiutano a dormire bene come lattuga, spinaci per la quantità di calcio, vitamine e acido folico, carote, zucche e pomodori per il licopene e la vitamina C.

Quindi buona cena e buona notte!